Bonus prima casa 2018

Casitalia Immobiliare / News  / Bonus prima casa 2018

Bonus prima casa 2018

Per accedere al bonus prima casa è necessario avere determinati requisiti:
-L’immobile deve rientrare nelle seguenti categorie catastali:
A/2 (abitazioni di tipo civile)
A/3 (abitazioni di tipo economico)
A/4 (abitazioni di tipo popolare)
A/5 (abitazioni di tipo ultra popolare)
A/6 (abitazioni di tipo rurale)
A/7 (abitazioni in villini)
A/11 (abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi)

-L’immobile deve trovarsi nel Comune in cui il beneficiario stabilisce la residenza entro 18 mesi dall’acquisto.
Tuttavia vi sono alcune eccezioni in merito a questo requisito:
L’immobile si trova nel Comune in cui il beneficiario svolge un tipo di attività, remunerativa e non;
Il beneficiario si è trasferito all’estero.

-L’acquirente non è titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione, di un’altra abitazione che si trova nello stesso Comune in cui si trova l’immobile oggetto di agevolazioni. Questo requisito è cambiato, con la legge di stabilità 2016, ora è possibile ottenere agevolazioni fiscali, purché la vecchia casa sia stata acquistata con le agevolazioni.

-L’acquirente non è titolare neppure per quote o in comunione legale, su tutto il territorio nazionale, di diritti di proprietà, uso, usufrutto, abitazione o nuda proprietà, su altro immobile acquistato, anche dal coniuge, usufruendo delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa. Ora
c’è la possibilità per i contribuenti di poter acquistare un nuovo immobile se il vecchio immobile agevolato viene entro un anno dalla data dell’atto.

Vediamo quindi quali sarebbero le agevolazioni:
-L’imposta di registro da versare per l’acquisto della prima casa è pari al 2%, trattandosi però di abitazioni, il contribuente può scegliere di far calcolare l’imposta sul valore catastale e non sul valore di mercato.
-Quando l’immobile viene acquistato dalla società costruttrice, l’aliquota iva
da applicare al prezzo di vendita e all’imposte ipotecarie, di registro e catastali è pari al 4%.
-Chi vende e riacquista una prima casa, ha diritto al credito d’imposta, cioè la possibilità di detrarre dall’imposta da pagare nuova, quella già pagata per il vecchio immobile che ha beneficiato delle agevolazioni prima casa, a patto però che la vendita della vecchia casa, avvenga entro 1 anno dall’atto di acquisto di quella nuova.